Conto Termico

Meccanismo di incentivazione, istituito con il Decreto ministeriale del 28 dicembre 2012 che ha lo scopo di promuovere interventi tesi migliorare l’efficienza energetica degli edifici già esistenti e la produzione di energia da fonti rinnovabili.


Il conto termico mette a disposizione 200 milioni di euro per gli interventi realizzati o da realizzare dalle amministrazioni pubbliche, che potranno richiedere l’accesso agli incentivi per tutte le tipologie di intervento anche attraverso il ricorso ad un meccanismo di prenotazione (la richiesta, infatti, può essere effettuata anche per le misure ancora in cantiere), e 700 milioni di euro per quelli realizzati dai privati (persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario), che potranno accedere agli incentivi esclusivamente per gli interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e richiederne l’accesso solo successivamente alla realizzazione degli interventi previsti.


L’ente che si occupa di erogare i fondi è il Gestore dei Servizi Elettrici (GSE)